Dieta per la pancreatite

Una malattia grave sotto forma di pancreatite richiede un approccio attento al trattamento. Oltre a usare i farmaci, è anche importante mantenere una dieta.

La dieta per la pancreatite è una rigorosa combinazione di cibi sani progettati per aiutare il pancreas a riprendersi rapidamente.

Ogni carico su un organo debole porta a una nuova esacerbazione.

Quali piatti possono mangiare con la pancreatite

Quali sono i criteri per la determinazione

È molto importante riconoscere la malattia nel tempo in modo che non si sviluppi in una forma cronica. La forma acuta si sviluppa rapidamente con sintomi piuttosto vividi.

Le condizioni del paziente si deteriorano bruscamente e ci sono segni come:

  1. Scarico di vomito con bile. Allo stesso tempo, il paziente non si sente sollevato.
  2. Nausea costante.
  3. Bocca asciutta.
  4. Eruttazione amara.
  5. Dolore grave e acuto nell'ipocondrio destro. La posizione della localizzazione a volte può cambiare. Tutto dipende dall'area della lesione. Se l'intero pancreas è colpito, il dolore può essere l'herpes zoster.
  6. Meteorismi.
  7. Disordini gastrointestinali.
  8. Placca bianca non rimovibile sulla superficie della lingua.
  9. È possibile un aumento della temperatura.
  10. Mal di testa.
  11. Forte sudorazione.
  12. Pallore della pelle.
  13. Stato di shock.
  14. La pressione sanguigna aumenta.
  15. Palpitazioni

Se una persona osserva tali sintomi in se stessa, dovresti immediatamente cercare l'aiuto di uno specialista. Se sono in gravi condizioni chiamano un'ambulanza a casa.

L'essenza della dieta

Pertanto, la dieta inizia dopo 3 giorni. Questo è sufficiente per alleviare il serraggio della punta. Ci dovrebbe essere il digiuno terapeutico nei primi giorni. Può essere utilizzato solo brodo di rosa canina.

Con questo tipo di malattia, la dieta n. 5 viene utilizzata più spesso. È stato a lungo sviluppato appositamente per questi pazienti da professionisti esperti.

Il suo stato principale è più proteine, meno carboidrati e grassi. Il cibo dovrebbe essere consumato in porzioni frequenti, ma piccole.

Una persona deve evitare cibi che aumentano l'acidità e attivano la funzione degli enzimi.

La dieta n. 5 dovrebbe durare circa un anno dopo la pancreatite. Nella forma cronica, dovrebbe esserci una dieta speciale per tutta la vita successiva.

Regole di dieta

Senza una tale aderenza a una dieta, il recupero è impossibile. Ciò è particolarmente vero durante i periodi di esacerbazione.

È in questi momenti che una persona sperimenta un dolore intenso e lancinante. Per ridurre la loro manifestazione, è necessaria solo una dieta rigorosa.

Come mangiare con la pancreatite? Regole di base:

  1. Devi mangiare almeno 6 volte. In questo caso, le porzioni dovrebbero essere piccole.
  2. Al momento dell'esacerbazione, è necessario mangiare cibo solo in una forma frullata. Dovrebbe essere ben cotto o al vapore. Questa preparazione ha un effetto delicato.
  3. Il cibo cotto a vapore contiene più sostanze nutritive. In questa forma non può danneggiare il corpo.
  4. La temperatura del cibo deve essere rigorosamente rispettata. I cambiamenti possono avere un impatto negativo sulla salute del pancreas. Il cibo dovrebbe essere solo caldo.
  5. Dovrebbero essere consumate solo piccole porzioni. L'eccesso di cibo è stress, sia per l'organo stesso che per l'intero tratto digerente.
  6. L'assunzione giornaliera di carboidrati è di 350 grammi, i grassi 80 grammi.
  7. Gli intervalli tra i pasti sono di 3 ore.
  8. Elimina tutti i cibi fritti, saporiti e affumicati.
  9. Non bere liquidi durante i pasti.
  10. Ogni boccone deve essere masticato accuratamente.

Cosa mangiare

È bene se il paziente impara a cucinare piatti al vapore e a sfruttarli al meglio. È meglio escludere cibi fritti e in umido.

La dieta per la pancreatite include:

  • Cuoci le verdure al vapore.
  • Uova al vapore a forma di frittata. Meglio cucinare con le proteine.
  • Carne e pesce magro.
  • Non è necessario mangiare bacche e frutti freschi, è molto più utile includerli o cuocerli durante la cottura. I frutti più adatti sono mele dolci, banane, pere. Dalle bacche, è meglio usare le fragole.
  • Sono ammessi anche molti tipi di grano. In particolare, la dieta dovrebbe essere riso e grano saraceno.
  • Zuppe a base di verdure o brodo. Tuttavia, non dovrebbero essere molto grassi. Dopo aver cotto le verdure o la carne, possono essere diluite con acqua.
  • Kissel. È positivo che il paziente acquisisca familiarità con questa categoria di alimenti. Sono molto utili se sai cosa e come cucinarli.

Solo quando le condizioni del paziente si sono stabilizzate ci si può aspettare che il medico consenta l'aggiunta di più prodotti al menu.

In ogni caso, il corpo deve ricevere tutto ciò di cui ha bisogno. Queste sono vitamine e microelementi.

I latticini possono essere consumati anche in forma acuta. Allo stesso tempo, devono essere osservate condizioni importanti: contenuto di grassi e freschezza. Quando si acquista in un negozio, l'etichetta mostra la percentuale di grasso in un particolare prodotto. Non dovrebbe superare il 2, 5%. Meglio se c'è l'opportunità di acquistare kefir fatto in casa da qualche parte.

La forma cronica della malattia implica un elenco molto diversificato di piatti e prodotti.

Durante la forma cronica, gli esperti consigliano di seguire una dieta proteica.

Gli alimenti proteici consentono al corpo di riprendersi più velocemente e le cellule dei tessuti del pancreas iniziano una seria rigenerazione.

Le proteine sono la base e il resto è equamente diviso tra grassi e carboidrati. Il valore energetico del cibo al giorno è di 3000 kcal.

In questo caso, dovresti consumare almeno 150 grammi di proteine. Le proteine possono anche essere di origine animale. Più cibi sono fortificati, meglio è.

Alimenti accettabili (piatti) per l'infiammazione cronica:

  • Verdura e frutta: mele, mais, carote, cachi, carote, fragole, pere, cavoli. Usa crudo, fresco, cotto o al vapore.
  • Carne di gallina.
  • Latticini a basso contenuto di grassi.
  • Pasta.
  • Pesce di fiume.
  • Cotoletta al vapore.
  • Cereali: miglio, semolino, riso, miglio, grano saraceno.
  • Pane di frumento. È auspicabile che fosse ieri.
  • Carne magra bovina.
  • Purè di patate.
  • Manty.
  • Zuppe a basso contenuto di brodo.
  • Purè di zucca.
  • Composte.
  • Succhi naturali. Per diminuire la concentrazione, diluire con acqua calda e pulita.
  • Kissel.
  • Acqua minerale.
  • Succhi freschi. Per i problemi con il pancreas, le patate, le carote e le barbabietole sono considerate le più promettenti e curative.
  • Morse.
  • Tè debole.
  • Chi ha un debole per i dolci può mangiare il miele. C'è un ulteriore avvertimento, tuttavia. Devi mangiare in dosi piccole e poco frequenti, preferibilmente dopo che tutti i sintomi spiacevoli sono scomparsi.

Di cosa hai bisogno per limitarti

Quando si diagnostica la pancreatite, ci vuole un po 'di tempo per abituarsi al fatto che è necessario escludere alcuni ingredienti noti, popolari, ma spesso dannosi. Questi sono:

  1. Pane di segale.
  2. Carne e pesce grassi.
  3. Bacche e frutta acide: mandarini, limoni, uva, arance.
  4. Cioccolato e altri dolci.
  5. Frutti di mare.
  6. Cibo in scatola.
  7. Salsicce.
  8. Prodotti affumicati.
  9. Noccioline.
  10. Pane bianco fresco e pasticceria dolce.
  11. Caffè. Puoi sostituirlo con la cicoria. Ha anche un effetto tonificante, ma non ha effetti negativi sul pancreas. Al contrario, la radice di cicoria è molto utile per questa malattia se sai come usarla.
  12. Bevande gassate.
  13. Alcol.

Tutte le bevande consentite devono essere consumate prima o dopo un pasto. Con la pancreatite, non è consigliabile bere cibo.

Corso di terapia dietetica

Molti pazienti sono preoccupati per la domanda: quanto dura la dieta? Nessuno può dare una risposta inequivocabile, poiché tutto dipende dalle caratteristiche individuali dell'organismo e dal decorso della malattia.

Nella forma acuta, il paziente viene immediatamente ricoverato in ospedale. Lì vengono prescritti farmaci che normalizzano le condizioni del paziente.

Con un forte dolore nei primi giorni di ricovero, i medici definiscono chiaramente il digiuno terapeutico.

La forma cronica è caratterizzata da una presenza permanente nel pancreas.

Al fine di proteggersi il più possibile da focolai di esacerbazione, ai pazienti viene regolarmente prescritta una terapia farmacologica.

È molto importante seguire le regole dietetiche. Solo in questo caso puoi contare su un decorso positivo della malattia e il massimo comfort.

La pancreatite cronica viene solitamente trattata a casa anche al momento dell'esacerbazione. Vengono diagnosticati in ospedale solo in alcune situazioni difficili.

Sono previsti almeno 14 giorni per la terapia in forma acuta. Ciò non significa affatto che quando una persona torna a casa possa tornare alla precedente dieta abituale.

La dieta deve essere rispettata per almeno 6-8 mesi.

Sebbene i medici raccomandino di guardare da vicino una dieta del genere per tutta la vita. Per lo meno, una persona si protegge da nuovi focolai. Per molti, sarà un piacevole bonus: la perdita di peso.

Menù

Cosa puoi mangiare con la pancreatite? Il medico curante deve creare il menu corretto e determinare determinati prodotti, concentrandosi su varie caratteristiche delle condizioni del paziente. Le possibilità possono essere molto diverse.

Molto spesso, la dieta numero 5 viene prescritta a una persona. È meglio per i pazienti con pancreatite.

Quando vengono prescritti tali alimenti, cercano di diversificare il menu il più possibile. A colazione puoi cucinare:

  1. Porridge di zucca e uzvar.
  2. Ricotta a basso contenuto di grassi e infuso di rosa canina.
  3. Formaggio con biscotti e infuso di rosa canina.
  4. Insalata e composta di barbabietole.
  5. Farina d'avena con gelatina.
  6. Cuoci al vapore le uova strapazzate e il tè debole con i cracker.
  7. Porridge di grano saraceno e tè debole.

Colazione aggiuntiva:

  1. Mele al forno con albicocche secche.
  2. Barbabietole bollite.
  3. Riso con uvetta.
  4. Purea di zucca e carote.
  5. Albumi montati a neve.
  6. Insalata di Carote.

A pranzo puoi cucinare:

  1. Sear.
  2. Casseruola di ricotta.
  3. Zuppe con brodo debole o borscht.
  4. Cotoletta di pollo.
  5. Pesce con riso.
  6. Manzo cotto.
  7. Maccheroni marini.

Spuntini pomeridiani:

  1. Involtini di verdure.
  2. Panini con formaggio e burro.
  3. Gelatina di frutta.
  4. Patate al forno.
  5. Bacio a base di bacche non acide.
  6. Budino di frutta.
  7. Purea di fagioli.

L'ultimo appuntamento serale può prevedere:

  1. Vinaigrette e yogurt.
  2. Salsa di mele e yogurt magro aromatizzato.
  3. Budino di riso e yogurt.
  4. Riso con uvetta e varenets.
  5. Cavolfiore bollito e yogurt. Va bene se si tratta di un prodotto a base di latte fermentato fatto in casa.
  6. Frittata al vapore a base di proteine e latte da forno fermentato.
  7. Caviale di zucchine e kefir 1%.

Dieta per la forma acuta della malattia

Al culmine dell'esacerbazione, il paziente deve rinunciare completamente all'uso del cibo. In questo momento è consentita solo l'acqua potabile. Si consiglia di preparare una bollitura di rosa canina.

Bere 5 bicchieri al giorno. È adatta anche acqua minerale alcalina. La ricezione viene effettuata per 1 bicchiere 4-5 volte durante il giorno.

Nei casi più gravi, la nutrizione è fornita da gocce attraverso le vene. Ci vogliono 2 giorni.

Dopo che l'esacerbazione è stata rimossa, il paziente verrà istruito su un'ulteriore dieta. Il menu dovrebbe contenere solo cibi ipocalorici.

Inizi a consumare cibo in dosi molto piccole e osservi attentamente lo stato di salute. Lo stress sul pancreas non dovrebbe essere consentito.

Dalla seconda settimana in poi iniziano a diluire la dieta. È possibile inserire quanto segue:

  1. Frutta e verdura ad alto contenuto di antiossidanti.
  2. Zuppe.
  3. Succhi appena spremuti e diluiti.
  4. Tè verde.
  5. Kissel.
  6. Porridge liquido.
  7. Pollo bianco.
  8. Vari cibi ad alto contenuto proteico.

Se aderisci a una corretta alimentazione, il paziente noterà presto uno sviluppo positivo nel trattamento.